Il carrello è vuoto

Equilibrio del vino

Equilibrio e armonia sono elementi ricercati nella vita e in particolar modo anche nel vino.

Un vino può essere definito equilibrato quando le sue componenti di morbidezza (zuccheri, alcoli e polialcoli) e durezza (acidi, tannini e minerali) si supportano a vicenda, senza prevaricarsi ma agendo all'unisono per esaltare il sapore del vino.

Contrariamente a quanto sopra, un vino si definisce disequilibrato, quando questi elementi non sono in armonia e una o più di queste sensazioni prevaricano in modo netto le altre.

L'equilibrio del vino è influenzato da molti fattori, in primo luogo dalla maturazione dell'uva e quindi dal sapore del frutto, in secondo luogo dalla sua vinificazione e affinamento.

Il lavoro in vigna e in cantina influisce quindi molto sull'equilibrio del vino, solo i vini di buona qualità affiancheranno a buone doti di colore e profumo questa caratteristica. Si tenga ad esempio a mente che per avere un frutto migliore è necessario ridurre la quantità di uva prodotta dalla vite, preferendo quindi in questo modo la qualità alla quantità.
L'equilibrio si "classifica" in questo modo:
Poco equilibrato: in questo caso una delle due sensazioni ("morbidezza" o "durezza") è molto più marcata sull'altra
Abbastanza equilibrato: in questo caso la differenza tra morbidezza e durezza è presente ma non troppo marcata
Equilibrato: ci troviamo di fronte ad un vino in cui le sue sensazioni di morbidezza e durezza si sostengono e si supportano vicendevolmente, il vino ha un sapore rotondo, che permette di avvertire le diverse sensazioni e con la piacevole complessità (compatibilmente con la tipologia del vino preso in esame).

Torna all'indice sulla degustazione.

Regala il sapore di un pensiero

Altri articoli che potrebbero interessarti:
Come valutare la qualità nell’esame olfattivo?
Abbiamo ormai completato l'esame olfattivo, a questo punto manca la valutazione della qualità, che rappresenta una sintesi del giudizio relativo all'intensità e alla complessità precedentemente d...
Panoramica sulla degustazione del vino
Degustare un vino significa analizzarlo con i nostri 3 sensi (vista, olfatto e gusto) per capire pregi e difetti che il vino presenta. Per degustare del vino non è necessario essere sommelier es...
Come si determina la persistenza gustativa?
Al completamento dell'analisi gustativa manca veramente poco, oggi parliamo di persistenza gustativa, o anche persistenza gustativa intensa (P.A.I.), un parametro che determina la struttura e la q...
Come degustare il vino, esame visivo - Il Colore
Come si valuta il colore del vino, diversi colori dei vini, di che colore è il vino? Guida a tutti i colori del vino. Responsabili del colore del vino sono i polifenoli, sostanze coloranti...

Seguici su FacebookSeguici su TwitterGuardaci su YouTubeSeguici su Google+

impara a degustare

Scopri le nostre Formule di Degustazione!

Un mese di Prova di Piacere di Vino Un mese di prova de La Dolce Vita

Iscriviti alla newsletter per ricevere in regalo la "Scheda di degustazione AIS" , lo "Schema di abbinamento Cibo-Vino" e rimanere sempre aggiornato.

Regala del vino
Porta un amico
Contattaci


Iscriviti alla newsletter per ricevere in regalo la "Scheda di degustazione AIS" , lo "Schema di abbinamento Cibo-Vino" e rimanere sempre aggiornato.