Il carrello è vuoto

bicchiere controluce

Come vi dicevamo una delle nostre aspirazioni è riuscire ad introdurvi nel fantastico e affascinante mondo del vino e della degustazione, in modo che possiate apprezzare al meglio i vini da noi selezionati e proposti.

Oggi parliamo di limpidezza, la limpidezza del vino è un parametro importante per stabilire se siano presenti difetti od alterazioni nel vino, questa infatti dipende dalla presenza e dalla quantità di particelle in sospensione.

La scarsa limpidezza è oggi tipica solo dei vini del contadino o di vini che hanno subito danni a causa di una conservazione non adeguata. I produttori, infatti, prima della commercializzazione filtrano i vini per eliminare ogni possibile residuo di lieviti, fecce o altro...

I metodi per valutare la trasparenza del vino sono numerosi:

- Il metodo più semplice per i vini bianchi e rosati è quello di cercare di vedere in trasparenza, attraverso il bicchiere, uno sfondo che può essere un foglio bianco con dello scritto o le pieghe della mano.

- Per il vino rosso, questo metodo potrebbe non essere praticabile, dato che alcuni vini rossi hanno un colore particolarmente cupo. In questo caso è sufficiente una fonte luminosa dietro al bicchiere, ad esempio una candela.

I diversi gradi di limpidezza del vino sono 5:

Velato: Si nota una grande presenza di particelle sospese tanto che il vino risulta torbido. Se si tratta di vino commerciale probabilmente è difettoso.

Abbastanza limpido: Si nota solo una leggera velatura dovuta più che altro alla seconda fermentazione o a lungo invecchiamento.

Limpido: Nessuna particella in sospensione visibile

Cristallino: Anche in questo caso non sono visibili particelle in sospensione, ed il vino è particolarmente luminoso: caratteristica dei vini bianchi che, spesso, hanno una sorta di luce propria.

Brillante: Vino talmente limpido che addirittura riflette la luce. Lo sono spesso i vini frizzanti o spumanti, nei quali le bollicine danno un effetto lucente.

Torna all'indice sulla degustazione. 

Regala il sapore di un pensiero

Altri articoli che potrebbero interessarti:
Nomi dei bicchieri da vino rosso
Scegliere un calice appropriato è importante per poter degustare e gustare meglio i profumi e gli aromi del vino, oggi ci concentreremo sui bicchieri da vino rosso. Per i vini rossi esistono cal...
A cosa serve il Tastevin?
Il tastevin è una tazza o ciotola in metallo lavorato con smalto argentato (quelli più preziosi sono completamente in argento) che, fin dal XV secolo, serve per "tastare" il vino, cioè degustar...
Come si esegue una degustazione verticale
La degustazione verticale è un particolare modo per degustare e apprezzare al meglio uno stesso vino prodotto in annate diverse. Se ci avrete seguito saprete ormai che il vino è un prodotto din...
Come valutare la qualità nell’esame olfattivo?
Abbiamo ormai completato l'esame olfattivo, a questo punto manca la valutazione della qualità, che rappresenta una sintesi del giudizio relativo all'intensità e alla complessità precedentemente d...

Lascia il tuo commento

Aggiungi il tuo avatar utilizzando il servizio gratuito Gravatar.COM


Codice di sicurezza
Aggiorna

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guardaci su YouTube Seguici su Google+

Scopri subito le nostre Formule di Degustazione!

Formula Piacere di Vino Formula la dolce Vita

Iscriviti alla newsletter per ricevere il nostro eBook "Guida pratica alla degustazione del vino" e rimanere sempre aggiornato.

Regala del vino
Porta un amico
Contattaci


Iscriviti alla newsletter per ricevere il nostro eBook "Guida pratica alla degustazione del vino" e rimanere sempre aggiornato.