Il carrello è vuoto

bicchiere controluce

Come vi dicevamo una delle nostre aspirazioni è riuscire ad introdurvi nel fantastico e affascinante mondo del vino e della degustazione, in modo che possiate apprezzare al meglio i vini da noi selezionati e proposti.

Oggi parliamo di limpidezza, la limpidezza del vino è un parametro importante per stabilire se siano presenti difetti od alterazioni nel vino, questa infatti dipende dalla presenza e dalla quantità di particelle in sospensione.

La scarsa limpidezza è oggi tipica solo dei vini del contadino o di vini che hanno subito danni a causa di una conservazione non adeguata. I produttori, infatti, prima della commercializzazione filtrano i vini per eliminare ogni possibile residuo di lieviti, fecce o altro...

I metodi per valutare la trasparenza del vino sono numerosi:

- Il metodo più semplice per i vini bianchi e rosati è quello di cercare di vedere in trasparenza, attraverso il bicchiere, uno sfondo che può essere un foglio bianco con dello scritto o le pieghe della mano.

- Per il vino rosso, questo metodo potrebbe non essere praticabile, dato che alcuni vini rossi hanno un colore particolarmente cupo. In questo caso è sufficiente una fonte luminosa dietro al bicchiere, ad esempio una candela.

I diversi gradi di limpidezza del vino sono 5:

Velato: Si nota una grande presenza di particelle sospese tanto che il vino risulta torbido. Se si tratta di vino commerciale probabilmente è difettoso.

Abbastanza limpido: Si nota solo una leggera velatura dovuta più che altro alla seconda fermentazione o a lungo invecchiamento.

Limpido: Nessuna particella in sospensione visibile

Cristallino: Anche in questo caso non sono visibili particelle in sospensione, ed il vino è particolarmente luminoso: caratteristica dei vini bianchi che, spesso, hanno una sorta di luce propria.

Brillante: Vino talmente limpido che addirittura riflette la luce. Lo sono spesso i vini frizzanti o spumanti, nei quali le bollicine danno un effetto lucente.

Torna all'indice sulla degustazione. 

Regala il sapore di un pensiero

Altri articoli che potrebbero interessarti:
Come valutare l'intensità nel vino
Il profumo del vino è indubbiamente un parametro determinante per stabilire la bontà del vino e per intuire quale abbinamento proporre con esso. Capire e spiegare i profumi del vino è certamen...
Cosa valuta la degustazione orizzontale
In un precedente articolo abbiamo parlato di degustazione verticale, oggi parliamo della degustazione orizzontale per capire cosa si valuta e perché viene fatta. Abbiamo più volte detto che il ...
Panoramica sulla degustazione del vino
Degustare un vino significa analizzarlo con i nostri 3 sensi (vista, olfatto e gusto) per capire pregi e difetti che il vino presenta. Per degustare del vino non è necessario essere sommelier es...
Esame gustativo, le sensazioni dure
Dunque parlavamo dell'esame gustativo, della valutazione delle sensazioni morbide nonché quindi di quelle dure date da acidi, tannini e sostanze minerali. L'organo che si utilizza principalmente...

Seguici su FacebookSeguici su TwitterGuardaci su YouTubeSeguici su Google+

impara a degustare

Scopri le nostre Formule di Degustazione!

Un mese di Prova di Piacere di Vino Un mese di prova de La Dolce Vita

Iscriviti alla newsletter per ricevere in regalo la "Scheda di degustazione AIS" , lo "Schema di abbinamento Cibo-Vino" e rimanere sempre aggiornato.

Regala del vino
Porta un amico
Contattaci